Fondazione Ugo Spirito e Renzo De Felice

La Fondazione

La Fondazione Ugo Spirito e Renzo De Felice (in origine Fondazione Ugo Spirito) è stata costituita a Roma nel 1981 per lo studio del pensiero di Ugo Spirito attraverso le carte del suo Archivio e i testi della Biblioteca, acquisiti grazie alla moglie Gianna Saba.

La Fondazione può promuovere qualunque iniziativa che possa agevolare il raggiungimento dei propri scopi, nonché aderire a organismi italiani ed esteri quali Accademia e Istituti di Cultura o Enti e Istituzioni comunitarie e network internazionali che ispirino la loro attività all’affermazione dei valori della tradizione culturale europeo.

Lo Statuto della Fondazione

1981

Il 24 gennaio inizia la storia della Fondazione Ugo Spirito (Fus), con la prima riunione del Comitato Scientifico dei «Quaderni della Fondazione Ugo Spirito», tenutasi a Roma in via Genova, 24. Il primo presidente è Luigi Coda Nunziante, affiancato nel Consiglio d’Amministrazione da Renato Bozza (direttore), Gaetano Rasi (fondatore e segretario generale), Manlio Fancelli, Antimo Negri, Vittorio Stella, Franco Tamassia e Giuseppe Valensise.

Con l’Atto Costitutivo dell’8 settembre nasce ufficialmente la Fondazione Ugo Spirito.

1986

Su proposta del segretario generale Gaetano Rasi, Renzo De Felice è chiamato a presiedere la costituenda Commissione scientifica della Fondazione Ugo Spirito.

1989

Viene pubblicato il primo fascicolo degli «Annali della Fondazione Ugo Spirito». Direttore responsabile: Gaetano Rasi. Redazione: Giuseppe Parlato, Gianni Scipione Rossi, Antonio Russo.

Dopo le dimissioni del direttore Renato Bozza, entrano a far parte del CdA Giuseppe Parlato e Massimo Finoia.

1990

La Fondazione è presieduta da Luigi Coda Nunziante; segretario generale rimane Gaetano Rasi. Il CdA, formato da Massimo Finoia, Giuseppe Parlato e Franco Tamassia, viene integrato con due nuovi membri: Massimo De Felice e Francesco Palamenghi-Crispi. Viene prevista l’introduzione del Collegio dei Revisori dei Conti.

1991

Giuseppe Parlato diviene direttore della Fondazione Ugo Spirito.

1992

Nel febbraio, Renzo De Felice viene cooptato come membro del CdA ed eletto nuovo presidente, ferma rimanendo anche la presidenza della Commissione scientifica. Luigi Coda Nunziante è nominato presidente onorario. Si tratta non solo di un passaggio di consegne, ma dell’inizio di un nuovo ciclo per la Fondazione Ugo Spirito.

1994

Con il DM del 5 febbraio, la Fondazione Ugo Spirito ottiene il riconoscimento giuridico.

1996

Dopo la scomparsa di Renzo De Felice, il 25 maggio, la presidenza della Fondazione è affidata a Francesco Perfetti. Nei nuovi assetti interni, Gaetano Rasi ricopre la carica di vicepresidente. Il CdA è composto inoltre dal direttore Giuseppe Parlato, da Giovanni Dessì e da Franco Tamassia.

Armando Rigobello diviene presidente della Commissione scientifica.

2006

Gaetano Rasi diviene presidente della Fondazione Ugo Spirito. La vicepresidenza e la legale rappresentanza vengono affidate a Giuseppe Parlato, mentre Giovanni Dessì assume la direzione. Insieme al già presente Franco Tamassia, entrano a far parte del CdA Aldo G. Ricci e Gianni Scipione Rossi.

2008

Il 22 gennaio, Giuseppe Parlato viene nominato presidente. Gianni Scipione Rossi assume la vicepresidenza, mentre Gaetano Rasi diviene presidente emerito, mantenendo la sua carica di consigliere. Il CdA risulta inoltre composto dal direttore Giovanni Dessì, da Aldo G. Ricci e da Franco Tamassia.

2010

Su proposta del presidente Giuseppe Parlato, approvata all’unanimità dal Consiglio d’Amministrazione, la Fondazione assume la sua attuale denominazione: Fondazione Ugo Spirito e Renzo De Felice.

2011

Marco Zaganella diviene direttore della Fondazione Ugo Spirito e Renzo De Felice.

2012

In sostituzione di Gaetano Rasi e di Franco Tamassia, entrano a far parte del CdA Roberta Angelilli e Stefano Vincenzi.

Gaetano Sabatini diviene presidente della Commissione scientifica.

2014

Dopo oltre un trentennio trascorso a via Genova, il 4 febbraio il CdA si riunisce per la prima volta nella sede di Piazza delle Muse.

Nicola Benedizione entra a far parte del CdA, in sostituzione di Aldo G. Ricci.

2016

La Fondazione subisce una perdita importante: il 20 novembre, muore infatti colui che aveva voluto e costituito la Fus all’inizio degli anni Ottanta, Gaetano Rasi.

2017

Vittorio Rasi entra a far parte del CdA della Fondazione Ugo Spirito e Renzo De Felice.

2018

Paola Ciaurro diviene membro del CdA, in sostituzione di Roberta Angelilli.

Michele Pigliucci viene nominato direttore della Fondazione Ugo Spirito e Renzo De Felice.

Gianni Scipione Rossi assume la direzione degli «Annali della Fondazione Ugo Spirito».

2019

Danilo Breschi, Nicola Rao e Andrea Ungari divengono membri del CdA della Fondazione Ugo Spirito e Renzo De Felice.

Il Parlamento approva l’emendamento alla Legge di Bilancio (art. 1, comma 416): il contributo è finalizzato ad attività di carattere scientifico e culturale da svolgersi per ricordare il quarantennale della morte di Ugo Spirito (1979) e il novantennale della nascita di Renzo De Felice (1929).

2020

Andrea Ungari viene nominato direttore della Fondazione Ugo Spirito e Renzo De Felice.

La crisi legata al Covid-19 ha sospeso per qualche tempo, ma non interrotto, l’attività della Fondazione Ugo Spirito e Renzo De Felice. Tra le tante iniziative, la più significativa è la Pausa dello Spirito: brevi riflessioni in video realizzate da collaboratori e amici della Fondazione e lanciate sui principali canali di comunicazione.

2021

La Fondazione Ugo Spirito e Renzo De Felice celebra i suoi quarant’anni di attività (1981-2021).

2022

La Fondazione Ugo Spirito e Renzo De Felice è presieduta da Giuseppe Parlato, riconfermato nel suo incarico. Gianni Scipione Rossi è vicepresidente vicario e Nicola Benedizione vicepresidente. Andrea Ungari è il direttore. Il CdA è composto inoltre da: Danilo Breschi, Paola Ciaurro, Nicola Rao e Vittorio Rasi.

Fini istituzionali

Custodire e mantenere il carattere unitario della Biblioteca e dell’Archivio, già appartenenti ad Ugo Spirito, e di quanto ulteriormente pervenuto alla Fondazione, con il preciso scopo di valorizzare il proprio patrimonio e renderlo fruibile anche attraverso la catalogazione in rete (Servizio Bibliotecario Nazionale, Lazio ‘900)

Promuovere ricerche e studi sulla storia, la filosofia, l’economia, la geografia politica e la geopolitica, la sociologia, il diritto e la politica italiane e internazionali dell’età contemporanea

Diffondere i risultati della propria attività scientifica attraverso pubblicazioni, periodiche e non, sia cartacee che informatiche, direttamente edite dalla Fondazione, ovvero edite da altri per conto della stessa, nonché svolgere attività di consulenza, progettazione, assistenza, elaborazione per conto terzi nelle materia di propria conoscenza

Svolgere nell’ambito delle discipline filosofiche, storiche, giuridiche, sociologiche ed economiche attività di formazione e di aggiornamento destinate sia a docenti delle scuole di ogni ordine e grado, sia a ricercatori e a studiosi a livello universitario.

Consiglio d’Amministrazione

Giuseppe Parlato

Presidente

Nicola Benedizione

Vicepresidente

Gianni Scipione Rossi

Vicepresidente vicario

Consiglieri

Danilo Breschi

Paola Ciaurro

Nicola Rao

Vittorio Rasi

Andrea Ungari

Commissione scientifica

Presidente

Gaetano Sabatini

Componenti

Giuseppe Bedeschi (Sapienza Università di Roma), Silvio Berardi (Università Niccolò Cusano, Roma), Danilo Breschi (Università degli Studi Internazionali di Roma), Sabino Cassese (Scuola Normale Superiore di Pisa), Hervé Antonio Cavallera (Università del Salento), Roberto Chiarini (Università degli Studi di Milano), Simona Colarizi (Sapienza Università di Roma), Francesco Dandolo (Università di Napoli Federico II), Massimo De Felice (Sapienza Università di Roma), Giovanni Dessì (Università di Roma Tor Vergata), Umberto Gentiloni (Sapienza Università di Roma), Emilio Gin (Università di Salerno), Cristobal Gómez Benito (Universidad Nacional de Educación a Distancia, Madrid), Germano Maifreda (Università degli Studi di Milano), Fabrizio Maimeri (Università Guglielmo Marconi, Roma), Vittorio Mathieu (†) (Università di Torino), Guido Melis (Sapienza Università di Roma), Simone Misiani (Università di Teramo), Giuseppe Parlato (Università degli Studi Internazionali di Roma), Giulio Sapelli (Università degli Studi di Milano), Franco Tamassia (Università di Cassino), Luciano Zani (Sapienza Università di Roma)

Collegio dei Revisori

Gian Michele Roberti

Agostino Cianfriglia

Presidente

Pierluigi Rota

Direttore

Andrea Ungari

Archivio e Biblioteca

Alessandra Cavaterra

Orari

Dal lunedì al giovedì: ore 10,00 – 18,00
Il venerdì ore 10,00 – 14,30

Contatti

TEL +39 06 4743779

E-MAIL

  • direttore@fondazionespirito.it
  • info@fondazionespirito.it

PEC

  • segreteria@pec.fondazionespirito.it

Sede

La Fondazione si trova in Piazza delle Muse, 25 – 00197 Roma

Title text

View more

Piazza delle Muse, 25 Roma, 00197, Italia.

Email — segreteria@fondazionespirito.it
Telefono — 06 4743779
C.F. — 04015590583
P.IVA — 01275871000
info@fondazionespirito.it

La Fondazione

La Fondazione Ugo Spirito e Renzo De Felice (in origine Fondazione Ugo Spirito) è stata costituita a Roma nel 1981 grazie alla donazione dell’Archivio e della Biblioteca appartenenti al filosofo da parte della signora Gianna Saba, vedova  Spirito.
Nel 1994, con DM 5 febbraio, la Fondazione ha ottenuto il riconoscimento giuridico.

Seguici

Top